Annie's Cottage
4 King Street
Springbok 8240
South Africa
Tel/Fax +27 (0)27 7121451
Cell 083 4541252
annie@springbokinfo.com
Namaqualand Flora & Fauna
bat-eared foxNamaqualand è famosa per i suoi meravigliosi fiori selvatici e la vasta varietà di succulenti che possano essere ammirati nella Riserva Naturale “Goegab”, solo 15 km da Springbok, o più Nord, nella Riserva di Fiori Selvatici di “Skilpad”. Il nuovo parco nazionale di Namaqualand vicino a “Kamieskroon”, protegge più di 3000 specie di flora e anche animali rari come la volpe pipistrello.

Viaggiando Namaqualand
Ci sono molti percorsi affascinanti da qui`scegliere. Potreste seguire le tracce del centenario sentiero nominato “Old Copper Way” che risale al 17° secolo, o potete procedere sulla rotta di “Simon van der Stel” alla scoperta di rame con spedizioni organizzate verso “l’hinterland”. Nei percorsi potete intravedere le vivaci storie passate delle cittadine ed insediamenti coloniali profondamente radicati nella tradizione di scavi in miniera. Come “Alexander Bay”, dove è avvenuto la Ribellione dei Diamanti del 1928, dove i cercatori di tesori erano preparati a morire in una terra selvaggia e straniera. Che ne pensate di esplorare con una scalata a piedi o ciclismo nelle montagne “Kammies”? Noi, del cottage di Annie – Vi assicuriamo e consigliamo per fare in Namaqualand una esperienza indimenticabile.
Namaqualand - gioiello del Capo del Nord
Namaqualand, è l’area dove i fiori selvatici del deserto sono visibili nel ’loro splendore, è affiancata, a Sud, da una piccola cittadina chiamata “Garies”, e nel’Est dall’aride ambiente di “Pofadder”, e nel Nord dal Fiume “Orange” che fa da frontiera tra Sud Africa e Namibia. Nel Ovest, “Namaqualand” che si estende fino alla costa del Oceano Atlantico.

I Pionieri del Namaqualand
Gli indigeni di Namaqualand sono i Boscimani (San). Erano cacciatori nomadi e raccoglitori. Poi sono venuti i “Nama” (Ottentotti) che erano pastori nomadi. Questi indigeni vivevano con simboli dettate tramite le stagioni.  La promessa di pioggia dopo un lungo periodo di siccità era un motivo per festeggiare, sorpassato solo dalle piogge, come era anche per i primi esploratori europei che attraversarono il Fiume “Olifants” a “Clanwilliam” nel 1680 in cerca di rame; e per i viaggiatori migratori su carri trainati da buoi che andarono verso Nord in Namaqualand con il loro bestiame, pecore e capre per raggiungere la febbre dei diamanti e rame.
Webdesign an hosting by
Southern Domain
Cape Town